Seguici su YouTube Seguici su Facebook Seguici sul nostro blog
  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.
Archivio, Luglio 2013. Passa alla visualizzazione elenco

    Inviato da il in Categoria Missione

    "Domandiamo al signore la grazia di piangere sulla nostra indifferenza, sulla crudeltà che c´è nel mondo, in noi e in coloro che con l´anonimato prendono decisioni socio-economiche che aprono la strada a drammi come questo".

    Queste parole sono di Papa Francesco, in occasione della Santa Messa che ha celebrato (una funzione con una chiara connotazione penitenziale, con preghiere tratte dal messale "per la remissione dei peccati", e con paramenti viola) a Lampedusa pochi giorni fa.

    Partendo dal presupposto che fin dall’inizio del suo pontificato è stato chiaro che Papa Bergoglio avrebbe rappresentato un vero e proprio scrigno senza fondo di stimoli, richiami e riflessioni per ogni cristiano (soprattutto i più “pigri”) questa volta,  il suo transito sulle coste siciliane, è stato oltremodo dirompente.

    A maggior ragione per chi ha fatto dello spirito missionario una linea guida della propria cristianità, quella frase che il Papa ha quasi sussurrato (“Non sappiamo più piangere”) è una fitta al cuore; vero, verissimo, non sappiamo più piangere, nemmeno per la morte in acqua dei nostri fratelli più soli e disperati.

    Se non per loro, per chi piangeremo?

    ...